Il Regime Transitorio

Il regime transitorio (223/duodecies disp. att.)

Le cooperative esistenti al primo gennaio 2004 devono uniformare I propri statuti alle nuove norme inderogabili previste dal nuovo codice entro il 31 marzo 2005. Tale termine, originariamente previsto per il 31 dicembre 2004, è stato modificato dall’ultimo decreto correttivo del codice civile.

 

Sino a tale data conservano efficacia le previgenti disposizioni dello statuto e dell’atto costitutivo.

Le deliberazioni per l’adeguamento devono essere assunte dall’assemblea straordinaria che, in terza convocazione, può deliberare anche a maggioranza semplice.

 

Le agevolazioni fiscali previste dalle leggi speciali si applicano solo alle cooperative a mutualità prevalente.

Conservano le agevolazioni fiscali le cooperative che abbiano adeguato i propri statuti a quanto previsto per le cooperative a mutualità prevalente entro il 31 marzo 2005 (termine prorogato).

 

Entro tale termine prorogato le cooperative a mutualità prevalente dovranno anche provvere all’iscrizione all’Albo delle Cooperative istituito dal Ministero delle Attività Produttive in attuazione di quanto previsto dal nuovo Codice Civle.

 

A partire dal primo gennaio 2004 non possono essere iscritte al registro imprese le cooperative il cui atto costitutivo e statuto non sia conforme alle nuove disposizioni.

 

Piccole società cooperative (111/septies disp. att.)

Le piccole società cooperative (L. 266/97) devono trasformarsi in società cooperative con un numero di soci non inferiore a nove (o a tre se i soci sono persone fisiche e la società adotta le norme delle srl) entro il 31 dicembre 2004.

 

Trasformazione (223/quaterdecies/quinquiesdecies)

Le cooperative che alla data del primo gennaio 2004 hanno adottato le norme di cui all’art. 14 Dpr 601/73, se deliberano la trasformazione in società lucrativa devono devolvere il patrimonio sociale ai fondi mutualistici.

 

Le cooperative che non hanno adottato le predette norme possono deliberare la trasformazione senza devolvere il patrimonio sociale.

L’obbligo di devoluzione delle riserve indivisibili di cui all’art. 2545/undecies si applica, salva la rinuncia ai benefici fiscali, limitatamente alle riserve accantonate dal primo gennaio 2004.

 

Scioglimento e liquidazione (223/septiesdecies e noviesdecies)

Viene agevolato lo scioglimento delle cooperative che alla data del trentuno dicembre 2004 non hanno depositato i bilanci di esercizio da oltre cinque anni.

Le società cooperative poste in liquidazione prima del primo gennaio 2004 devono essere liquidate secondo le previdenti disposizioni,

Quelle poste in liquidazione dopo tale data devono essere liquidate secondo le dispozioni attuali.

 


Legacoop