TFR e Fondi Pensione

Con l’anticipo dell’entrata in vigore dal 1 gennaio 2007 del Decreto Legislativo 252/05, decisa dall’ultima finanziaria, il Governo ha puntato decisamente al definitivo decollo della previdenza complementare e dei Fondi Pensione.

Entro il 30 giugno tutti i lavoratori italiani del settore privato sono chiamati a scegliere se utilizzare il TFR futuro per alimentare il proprio conto pensionistico presso un Fondo Pensione.

 

Le successive riforme della previdenza obbligatoria hanno prefigurato un’architettura del sistema previdenziale articolato su due pilastri: il primo pilastro, la previdenza pubblica obbligatoria (INPS. ENPALS, ..), potrà garantire circa il 50% dell’ultimo stipendio, mentre la previdenza complementare (Fondi Pensione) dovrà assicurare un altro 10-20% di copertura.

 

Per questo è opportuno che ogni lavoratore delle cooperative sia messo in condizione di aderire al proprio fondo pensionistico.
Legacoop ha attivato fin dal 1998 un progetto “fondi pensione“, progetto che ha permesso l’attivazione di tre fondi pensione collettivi, istituiti unitariamente da centrali cooperative nazionali e sindacati confederali:


COOPERLAVORO

è il Fondo Pensione destinato ai soci lavoratori (L.142/01) e ai dipendenti delle cooperative di lavoro e loro società controllate di tutti i settori

vai al sito

 

PREVICOOPER
è il Fondo Pensione delle cooperative della distribuzione commerciale

vai al sito



FILCOOP
è il Fondo Pensione delle cooperative agro-alimentari (non di lavoro)

vai al sito

 

I Fondi sono pienamente operativi da alcuni anni. Sui siti internet dei Fondi potete trovare tutte le informazioni utili.


Legacoop