Dettaglio News

Direzione Legacoop Puglia: “Manovra, un attacco alla cooperazione”14 Settembre 2011

La Direzione regionale, riunitasi il 9 settembre, ribadisce la preoccupazione per una finaziaria che colpisce le cooperative. Necessario confronto.La Direzione Regionale di Legacoop, riunitasi a Bari, ha ribadito la grande preoccupazione per la situazione economica e finanziaria del Paese, nonché della regione Puglia, denunciando le ricadute che la crisi sta avendo anche sul mondo cooperativo.

“Da sempre – ha spiegato il presidente di Legacoop Puglia, Carmelo Rollo -, la cooperazione ha cercato di fronteggiare la crisi, salvaguardando i livelli occupazionali più del resto delle imprese. Ma, oggi, gli effetti della congiuntura economica si stanno facendo sentire anche per noi, soprattutto nei settori del sociale, dei servizi alle Pubbliche Amministrazioni e nelle costruzioni”.

La Direzione regionale di Legacoop, nell’incontro del 9 settembre, ha espresso netta contrarietà alla manovra finanziaria in materia di fiscalità cooperativa. Si tratta di un attacco mirato al nostro sistema imprenditoriale. Il mondo della cooperazione non si tira indietro e vuole fare la propria parte, così come ha sempre agito. Le decisioni assunte dal Governo, a nostro dire, non costituiscono una mera volontà di reperire risorse. Ma il proposito reale di minare i principi di solidarietà, democrazia, salvaguardia del reddito dei soci e del potere di acquisto delle famiglie, che sono alla base del sistema cooperativo.

Non possiamo che prendere le distanze e denunciare vivamente una manovra che incide sulla capacità di investimento delle cooperative. Quindi sull’aggravamento di una crisi che limita ogni giorno di più le prospettive di ripresa di ogni singola cooperativa. Rallentando, e addirittura ostruendo, lo sviluppo della nostra Regione e non solo.

La manovra finanziaria, di recente approvata al Senato, ha definito anche pesanti tagli agli Enti Locali. Ciò comporterà una drastica riduzione dei servizi alla collettività e, di conseguenza, l’ulteriore compromissione della sinergia pubblico-privato in materia di welfare, punto di forza della cooperazione nella nostra Regione.

La Direzione regionale di Legacoop sottolinea e denuncia la preoccupante indifferenza complessiva della politica pugliese rispetto alle misure della finanziaria sulla fiscalità cooperativa e, più in generale, rispetto ai problemi della cooperazione in questa difficile congiuntura (che si traduce nel ritardo nei pagamenti da parte della PA, nella difficoltà di accesso al credito, ecc.)

Reale e drammatica risulta essere la situazione attuale per le cooperative, e più in generale, per l’economia. Nonostante ciò, la Direzione regionale intende rilanciare il tema della cooperazione: perché le nostre imprese rappresentano un paradigma economico capace di fronteggiare la crisi. Noi, come baluardo della cooperazione, continueremo a proporre un modello di impresa capace di sviluppo e, al contempo, di valorizzazione delle persone e delle idee del nostro territorio.

Legacoop Puglia intende, per questo motivo, proporre e promuovere il confronto con gli attori locali. Obiettivo: ascoltare i problemi reali e le proposte dei Soci delle cooperative pugliesi. La Direzione regionale ha deciso di organizzare Assemblee territoriali della cooperazione cui invitare non solo le imprese ma anche gli enti locali. Gli saranno, cui ci aspettiamo una sentita partecipazione, saranno

  • Il 30 settembre per i territori di Lecce, Brindisi e Taranto
  • Il 14 ottobre per i territori di Foggia e BAT

Ci sarà anche un’assemblea conclusiva regionale a Bari (in data da definire) cui parteciperà tutta quanta l’Alleanza delle Cooperative regionali (Confcooperative, AGCI, Legacoop).

Fonte: Legacoop Puglia

Autore: Legacoop Puglia