Dettaglio News

Legge di stabilità: fondi per l’autotrasporto merci15 Novembre 2011

Con l’approvazione della Legge di Stabilità viene autorizzata, per il prossimo anno, la spesa di 400 milioni di euro da destinarsi a misure di sostegno per il settore dell’autotrasporto merci. Significa che entro trenta giorni, dall’entrata in vigore della legge di stabilità, un decreto del ministro delle Infrastrutture, di concerto con il ministro dell’Economia, ripartirà la somma tra le diverse misure, in coerenza con gli interventi già previsti a legislazione vigente e con le esigenze del settore. E’ quanto scritto al punto 10 dell’articolo 33, con il quale vengono confermati fondi da destinarsi al settore dell’autotrasporto.

Il sottosegretario alle Infrastrutture e trasporti, Bartolomeo Giachino, in una riunione con le associazioni di categoria degli autotrasportatori, ha definito i possibili criteri per la ripartizione dei suddetti 400 milioni di euro stanziati.

“La parte maggiore dello stanziamento – si legge in una nota di Legacoop Servizi -, pari a 135 milioni di euro, è destinata agli sgravi fiscali sul contributo al Servizio Sanitario Nazionale per le assicurazioni RCA e sulle spese non documentate degli autotrasportatori per conto terzi monoveicolari. La somma pari a 91 milioni di euro andranno, invece, alla riduzione dei premi Inail, mentre 75 milioni ai rimborsi dei pedaggi autostradali”. Trenta milioni serviranno per finanziare il supporto al trasporto combinato strada-mare (ecobonus) relativo ai viaggi effettuati nel 2011. Infine, 34 milioni sono destinati alla riduzione della tassa di possesso degli autoveicoli pesanti e 35 milioni per la ristrutturazione del settore e alle iniziative per la formazione.

Nel caso in cui la Commissione Europea dichiarasse lo sconto sulla tassa di possesso incompatibile con la normativa comunitaria, le parti hanno deciso che i 34 milioni di euro andranno alla riduzione dei pedaggi autostradali (25 milioni) e alla ristrutturazione del settore (9 milioni).

Autore: Ufficio stampa Legacoop Puglia