Uno sportello “antidiscriminazione” nella Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia. È attivo da lunedì 8 ottobre a Bari, in via Giulio Petroni 19/a, il servizio “Cittadinanza Attiva”, che offre ai cittadini servizi di informazione e orientamento, assicura collegamenti con le istituzioni e gli uffici pubblici ed aiuta nel disbrigo di pratiche sociali, nelle varie richieste e nelle procedure per il riconoscimento dei diritti. E’ anche un utile strumento di supporto ai cittadini stranieri, a tutela delle vittime di atti di xenofobia, razzismo e discriminazione di genere, età o “abilità”. Ad assicurare l’attività è l’associazione di volontariato “Angeli della Vita”, riconosciuta “Nodo Pugliese Antidiscriminazione” e iscritta al Registro Nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Fino a tutto dicembre l’iniziativa avrà carattere sperimentale, con l’apertura al pubblico il lunedì–mercoledì–venerdì, dalle 14 alle 18. L’iniziativa è prevista da una convenzione sottoscritta dal presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna con il presidente dell’associazione Giuseppe Tulipani, per rimuovere situazioni di fragilità di fronte alle istituzioni e battere le discriminazioni, che colpiscono non solo gli stranieri ma chi soffre negazioni o limitazioni nella sfera dei diritti. Lo sportello è aperto a tutti senza distinzione alcuna.]]>